All’interno del Parco Nazionale dello Stelvio, Santa Caterina è un piccolo paese a forte vocazione turistica

Santa Caterina (1738 metri s.l.m.), nel comune di Valfurva, con poco più di 200 abitanti residenti tutto l’anno è un piccolo paese a forte vocazione turistica. Interamente compreso all’interno dei confini del Parco Nazionale dello Stelvio è dominato dalla piramidale mole del Monte Tresero, una delle principali e suggestive cime del gruppo Ortles-Cevedale. Questa piccola frazione, grazie alle sua fonte di acqua ferruginosa (oggi scomparsa) e all’epoca d’oro dell’alpinismo esplorativo, diventò nel XIX secolo una delle più famose località turistiche europee.

Nella piccola piazza del paese, conosciuta come Piazza Magliavaca, è possibile trovare negozi sportivi e di souvenir. In paese vi sono inoltre: un piccolo market, la farmacia, bar, ristoranti e numerosi alberghi.

Molteplici sono le proposte escursionistiche dell’area, dalle semplici e poco impegnative passeggiate nella piana di Santa Caterina fino alle grandi salite alpinistiche al Cevedale, al Gran Zebrù e alle altre famose vette circostanti. Santa Caterina è inoltre il punto di accesso alla Valle dei Forni e alla Val Cedéc, frequentatissime mete escursionistiche e scialpinistiche.

In inverno lo sci alpino, lo sci di fondo e lo sci d’alpinismo sono tra le attività più gettonate; nativa di Santa Caterina è la campionessa di sci alpino Deborah Compagnoni. A Santa Caterina è possibile pattinare all’aria aperta e fare escursioni con le fat bike.

In estate, ambitissima meta nei pressi di Santa Caterina Valfurva è il Passo Gavia, una salita frequentata dai ciclisti di tutto il mondo. Nella stagione estiva, oltre alle numerose possibilità escursionistiche dell’area, Santa Caterina offre inoltre numerosi spazi liberi all’aperto e aree attrezzate con parco giochi per una piacevole giornata in famiglia.

QUANDO VISITARE SANTA CATERINA?

Santa Caterina è accessibile tutto l’anno è offre numerose opportunità in ogni stagione.

COME RAGGIUNGERE SANTA CATERINA DA ALBERGO ADELE  BORMIO?

Santa Caterina dista dall’albergo circa 13 km. Dal piazzale dell’hotel dovete svoltare a destra in salita sulla via monte Braulio. Al primo incrocio svoltare a sinistra in discesa su via San Sebastiano per poi proseguire diritti fino al semaforo. Duecento metri dopo il semaforo, all’incrocio, svoltate a sinistra in direzione Valfurva. Proseguite rimanendo sulla strada provinciale 29 del Passo Gavia. La strada provinciale 29, nel tratto compreso tra Bormio e Santa Caterina Valfurva, è aperta tutto l’anno e non presenta particolari difficoltà di viaggio.

Santa Caterina è raggiungibile anche con il servizio di trasporto pubblico gestito da Automobilistica Perego.

ESCURSIONI SUGGERITE NEL BLOG DI ALBERGO ADELE NEI PRESSI DI SANTA CATERINA

Le escursioni da noi descritte e disponibili gratuitamente sul blog di Albergo Adele Bormio sono: Escursionismo invernale e Ciaspole a Bormio Valfurva – “Da Santa Caterina ai Forni”, Sentiero glaciologico alto o sentiero dei ponti tibetani.

Per maggiori informazioni cliccare sul seguente link: Santa Caterina

Buona visita a Santa Caterina Valfurva

Stefano e tutto lo staff di Albergo Adele

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE TUTTE LE SCHEDE DEDICATE ALLA CULTURA A BORMIO PROPOSTE DAL BLOG DI ALBERGO ADELE
CLICCA QUI PER VISUALIZZARE TUTTE LE ESCURSIONI IN ALTA VALTELLINA PROPOSTE DAL BLOG DI ALBERGO ADELE
VOGLIA DI UNA VACANZA A BORMIO? CLICCA QUI PER VISUALIZZARE OFFERTE E PROMOZIONI DI ALBERGO ADELE
CLICCA QUI PER VISUALIZZARE I LUOGHI DA VISITARE DURANTE IL TUO SOGGIORNO A BORMIO

COPYRIGHT E NOTE LEGALI – AGG. 15/01/2021

Tutti i contenuti di questa pagina (testi, elementi grafici, immagini, fotografie, video, etc.) sono di esclusiva proprietà di Stefano Bedognè e di Albergo Adele S.a.s. e sono protetti dalle leggi italiane e internazionali in materia di copyright. Pertanto ne è consentita solo ed esclusivamente la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, parziale o totale, solo dopo esplicita richiesta e autorizzazione. In tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito web www.albergoadele.it. Ogni utilizzo differente da quelli previsti (la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modifica, l’elaborazione in qualunque forma e modo, etc.) verrà quindi considerato abusivo e sarà perseguito a norma di legge.

Le informazioni fornite in questa rubrica, sul sito web e sul blog in generale, sono finalizzate a promuovere le opportunità turistiche e culturali di Bormio e della Valtellina ma non sostituiscono in nessun modo l’accompagnamento di professionisti o la consulenza diretta di questi ultimi.

Gli autori, pur curando con la massima attenzione i contenuti del presente sito web, anche in termini di aggiornamento, non si assumono alcuna responsabilità in merito a eventuali problemi che possano insorgere per effetto di un utilizzo scorretto dello stesso, delle informazioni in esso contenute e di siti web esterni ad esso collegati. Albergo Adele S.a.s. e Stefano Bedognè, salvo diverse indicazioni di Legge, non possono essere ritenuti in alcun modo responsabili di danni, diretti o indiretti, causati dall’accesso al sito web, dall’incapacità o dall’impossibilità di accedervi, dall’affidamento alle notizie in esso contenute o dal loro impiego.