Escursione al lago del Mot – Valle dei vitelli

# lago del mot

Lunghezza totale dell’escursione:  6300 metri
Dislivello totale in salita: 345 metri
Tempo indicativo dell’escursione: 2 ore e 30 minuti
Difficoltà: escursionistica (5 su 10) su percorso vai e vieni    (7 su 10) su percorso ad anello
Stagione consigliata: da metà giugno ai primi di ottobre
Percorso adatto anche in giorni di pioggia:  no
Caratteristiche generali dell’ambiente: prateria di alta montagna e valle glaciale
Presenza di acqua\fontane lungo il percorso: si
Percorso all’interno dei confini del Parco Nazionale dello Stelvio: si
Panchine lungo il percorso: no
Aree picnic lungo il percorso: no
Ristori o rifugi lungo il percorso: no
Percorso ad anello: si  (difficoltà 7\10 per sentiero o traccia di sentiero su ghiaioni)
Percorso vai e vieni: si (difficoltà 5\10 per sentiero che in brevi tratti è ridotto a traccia di sentiero)
Percorribile con passeggino: no
Località di partenza dell’escursione: area picnic alla II° cantoniera dello Stelvio
Coordinate del punto di partenza: 46°31’07” N – 10°24’07” E | UTM:  32T 607973  –  5152636
Quota del punto di partenza: 2177 m.s.l.m.
Quota massima toccata dal percorso:2465 m.s.l.m.

Descrizione dell’itinerario

L’escursione al lago del Mot è una delle meraviglie della Val Braulio. Il percorso, su sentiero e traccia di sentiero, è adatto anche per veloci gite di mezza giornata in un ambiente grandioso. L’escursione ha come punto di partenza l’area picnic della II° cantoniera dello Stelvio.

Lasciata la macchina si segue la strada statale dello Stelvio in discesa per circa 350 metri. Giunti al tornante si prende l’evidente sentiero che punta al cuore della Valle dei Vitelli. In breve si raggiunge un ponticello in legno che permette l’attraversamento di scenografiche marmitte dei giganti.

Qui il sentiero, comodo, sale su un facile ghiaione morenico e dopo circa 300 metri, su ponte naturale, ci riporta sulla destra orografica del torrente (attenzione).

Seguendo le indicazioni per “lago del mot” il sentiero punta per alcune centinaia di metri in senso opposto verso la valle del Braulio fino a ricongiungersi col sentiero che sale direttamente dalla II cantoniera dello Stelvio (sentiero che faremo in discesa sul percorso ad anello). In questo tratto il sentiero presenta alcuni brevi settori ridotti a traccia e quindi non risulta sempre evidente. Il percorso risulta ugualmente facile e logico.

Incrociato il sentiero che sale dalla II Cantoniera svoltiamo a destra. Riprendiamo a salire costeggiando il margine basso dei ghiaioni che scendono dal “Filon del Mot”. In breve si raggiunge lo spettacolare lago del Mot, una piccola perla a 2400 metri sul livello del mare. Da qui proseguiamo per circa 500 metri fino a raggiungere un incredibile punto panoramico sulla Valle dei Vitelli, Monte Cristallo e i ghiacciai dello Stelvio.

Al ritorno seguiamo a ritroso il percorso di salita fino alla deviazione che porta direttamente alla II cantoniera.

Qui lasciamo il percorso di salita e continuiamo sul sentiero di discesa. Su ghiaioni, a tratti ripidi e delicati, si raggiungono i tornanti a chiocciola della vecchia strada statale nei pressi del punto di partenza. Chi non si sente sicuro della discesa su ghiaione può ripercorrere il più facile e comodo sentiero di salita.

Sul percorso è possibile avvistare stambecchi, aquila, gipeto, marmotte, rane. Ricca, varia e di assoluto pregio è anche la flora nivale presente nell’area.

Punti di interesse culturale sul percorso: le marmitte dei giganti e altre curiosita geologiche nella Valle dei Vitelli.

Buona escursione!

Stefano e tutto lo staff di Albergo Adele

Scarica la scheda dell’escursione al lago del Mot
CLICCA QUI PER VISUALIZZARE TUTTE LE SCHEDE DEDICATE ALLA CULTURA A BORMIO PROPOSTE DAL BLOG DI ALBERGO ADELE
CLICCA QUI PER VISUALIZZARE TUTTE LE ESCURSIONI IN ALTA VALTELLINA PROPOSTE DAL BLOG DI ALBERGO ADELE
VOGLIA DI UNA VACANZA A BORMIO? CLICCA QUI PER VISUALIZZARE OFFERTE E PROMOZIONI DI ALBERGO ADELE
CLICCA QUI PER VISUALIZZARE I LUOGHI DA VISITARE DURANTE IL TUO SOGGIORNO A BORMIO

Il contenuto di questa pagina (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) è di esclusiva proprietà di Stefano Bedognè e Albergo Adele, è protetto dalle leggi italiane e internazionali in materia di copyright. È consentita solo ed esclusivamente la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, parziale o totale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.albergoadele.it. Ogni utilizzo differente da quelli previsti (la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l’elaborazione in qualunque forma e modo, ecc.) verrà quindi considerata abusiva e sarà perseguita a norma di legge.

Le escursioni descritte hanno solamente scopo divulgativo e di promozione del territorio. Ogni escursionista deve valutare in maniera autonoma il proprio personale stato di forma fisica, esperienza  e capacità.  L’escursionista dovrà valutare in maniera autonoma le difficoltà del percorso in base alle proprie condizioni, alle condizioni del sentiero e meteorologiche, compresa la presenza di ghiaccio, neve, frane, colate detritiche o altri eventi. Albergo Adele e Stefano Bedognè non si assumono nessun tipo di responsabilità per eventuali incidenti occorsi agli escursionisti durante le escursioni descritte e nei percorsi indicati. Albergo Adele e Stefano Bedognè suggeriscono sempre l’accompagnamento da parte di una Guida Alpina.