Cultura a Bormio – Il museo civico

2019-06-11T13:31:30+02:0011.06.2019|

L’angolo della cultura a Bormio – Il museo Civico

Uno dei pilastri della cultura a Bormio, dal 1962 all’interno delle sale del Castello De Simoni 

Ospitato a Palazzo De Simoni (XVII secolo), il Museo Civico di Bormio raccoglie la memoria collettiva del paese.

Fondato nel 1962 e divenuto Civico nel 1968, il Museo occupa 27 sale nelle quali sono esposte collezioni storiche, artistiche ed etnografiche. Nella sezione artistica si trovano dipinti e pale d’altare, ancone, statue lignee e mobili d’epoca testimonianti l’amore e la passione per l’artigianato ligneo tipico delle valli alpine.

Dagli antichi palazzi e chiese del centro storico provengono stacchi di affreschi e reperti lapidei.

La sezione storica propone una collezione di reperti bellici riconducibili alle guerre d’indipendenza e alla prima guerra mondiale
combattuta sui monti del bormiese.

Interessante anche la sezione di opere sacre, in buona parte acquisite dalle chiese dismesse di Bormio.

La storia contadina, il folklore e la tradizione sono ben rappresentate nella sezione etnografica: antichi oggetti d’uso quotidiano, attrezzi agricoli, vecchi strumenti provenienti dalle botteghe artigiane ci rimandano ad un mondo ormai scomparso.

Curiosa la scuderia di carrozze, fra le quali si distingue la diligenza in servizio sino alla prima guerra mondiale lungo la strada dello Stelvio. Non poteva mancare la collezione di vecchi sci e attrezzi usati per il divertimento sulla neve.

(testi forniti dal Museo Civico di Bormio)

Cultura a Bormio – Il museo Civico